Cappotto isolante per case

Il cappotto termico è un sistema di coibentazione degli edifici: scopri i vantaggi, i prezzi e come realizzarlo anche grazie all’Ecobonus.

Cos’è il cappotto termico?

Il cappotto termico consiste in una serie di strati isolanti, applicati esternamente o internamente agli edifici per garantire un isolamento completo, sia termico che acustico. È un sistema che permette un notevole risparmio energetico, mantenendo alte temperature interne durante l’inverno e impedendo al calore dei raggi esterni di penetrare negli ambienti in estate. Inoltre, una casa dotata di un cappotto termico aumenta il suo valore nel mercato immobiliare.

Esistono due tipi di isolamento a cappotto: quello interno e quello esterno all’abitazione.

Cappotto interno ed esterno: tipologie, materiali e durata.

Il cappotto termico interno consiste nel disporre i pannelli isolanti sulle pareti interne delle abitazioni. È una pratica molto usata all’interno di edifici urbani.

L’isolamento a cappotto esterno è un tipo di applicazione diffusa soprattutto in piccoli edifici o in ville familiari, ma è usata anche nei condomini.

A seconda delle tue esigenze, è possibile scegliere tra diversi materiali per l’isolamento. Esistono principalmente due tipi di materiali usati: quelli sintetici e quelli naturali/minerali.

  • Materiali sintetici: tra i più usati ci sono il polistirene, espanso o estruso (ESP e XPS), e il PVC. Hanno un costo inferiore rispetto a quelli naturali e hanno anche ottime caratteristiche isolanti.
  • Materiali naturali e minerali: sono pannelli di origine naturale, come quelli in fibra di legno o vetro, sughero e lana di roccia. Rispetto ai materiali sintetici, richiedono una lavorazione più lunga e di conseguenza costi più elevati.

Qual è lo spessore consigliato? Valori minimi e massimi.

Solitamente lo spessore del cappotto termico è compreso tra 6 e 12 centimetri, tenendo presente che il grado di isolamento dipende sia dallo spessore cappotto termico sia dal tipo di materiale impiegato.

L’isolamento termico delle pareti esterne con uno spessore di 10 centimetri, oltre a farti rientrare nelle detrazioni fiscali, ti permette di effettuare un lavoro di ottima qualità, con riduzione dei consumi energetici e un risparmio economico. Questo incremento dell’efficienza energetica dell’edificio implica una minore emissione di sostanze inquinanti, contribuendo anche ad aumentare il valore dell’immobile.

Per quanto riguarda lo spessore del cappotto interno invece, va considerato che blocchi isolanti troppo invadenti riducono la cubatura degli ambienti e di conseguenza non rappresentano la scelta ideale.

Vantaggi

Il cappotto termico interno comporta questi vantaggi:

  • prezzi minori
  • tempi di esposizione brevi

Visto che i pannelli sono posizionati all’interno della tua casa, gli spazi ne risulteranno ridotti e l’applicazione potrebbe essere difficoltosa in certe zone, per esempio dietro gli armadi o in cucina.

Il cappotto termico esterno invece, rispetto a quello interno, ha i seguenti vantaggi:

  • maggiore isolamento
  • prevenzione di danni alle pareti esterne
  • riduzione dei ponti termici, ovvero le zone fredde causate da discontinuità costruttive

L’isolamento esterno può però risultare molto costoso perché se l’edificio è alto, ci saranno delle difficoltà nel posizionare i pannelli e questo lavoro potrà richiedere tempi più lunghi. Inoltre, è necessario più materiale per coprire le superfici esterne e di conseguenza i costi risulteranno più alti rispetto al cappotto interno.

Superbonus

Con la misura messa a punto dal Decreto Rilancio, fino al 31 dicembre 2021 è possibile accedere al Superbonus anche per interventi riguardanti il cappotto termico, con detrazioni fino al 110%. Ecco quali:

  • l’isolamento termico delle superfici, che coinvolgono l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25%
  • la coibentazione del tetto
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale nelle parti comuni
  • interventi sugli edifici unifamiliari
  • interventi di riduzione del rischio sismico.

 

Leggi anche le altre notizie su:

Ecobonus 110%

Bonus Ristrutturazioni

Bonus Arredi

Bonus condizionatori