Le sorprese più originali da fare a San Valentino

Il 14 febbraio è sì la festa degli innamorati, ma anche la fonte di qualche cruccio. Che sia il primo o l’ennesimo San Valentino passato insieme, la scelta del regalo da fare è sempre un po’ difficile.

Eccoti qualche idea last minute per aiutarti a godere solo della parte bella di questa giornata.

  • Organizza una gita a Bologna (di cui abbiamo parlato anche qui), dove è in corso la mostra “Kiss & ride” di Nicola Casamassima.(1) Si tratta di un viaggio simbolico fatto di baci, tanti quanti servono al fotografo per colmare i chilometri che lo dividono dalla sua compagna, con cui vive un amore a distanza.
  • Cerchi un’idea green per San Valentino? Con Treedom puoi regalare alla tua dolce metà un albero a distanza, seguirne la crescita e sapere il bene che fa all’ambiente e al contadino che aiuterai.
  • Amarsi ogni giorno significa imparare a conoscere bene i bisogni dell’altro, ad esempio trovare una soluzione al problema del braccio addormentato quando vi accoccolate a letto. Con il cuscino Coodle Pillow potrete fare entrambi sogni d’oro.

Le sorprese più originali da fare a San Valentino: il cuscino per dormire a cucchiaio

Fonte dell’immagine

Infine, a San Valentino è giusto spendere un ricordo anche per l’ex. Soprattutto ora che puoi dare il suo nome a una blatta. L’iniziativa dello zoo inglese di Fairset, con la quale proteggi un animale e al tempo stesso ti prendi la tua rivincita, costa solo una sterlina e mezzo.(2)

Le migliori frasi d’amore per conquistarlo/la a San Valentino.

Capiamo che a volte non sia semplice esprimere pienamente i propri sentimenti. I fan della pagina Facebook di Accendi hanno potuto affidarsi alle nostre cartoline d’amore elettrizzanti, che potrebbero tornare utili anche a te.

SFOGLIA LA GALLERY

Cartoline d'amore elettrizzanti
Sei la luce dei miei occhi
Tu fai girare tutto per il verso giusto
Sono cotto di te
Con te mi sento sempre al 100%
Accendimi baby

Se hai perso le nostre cartoline d’amore, probabilmente è perché ancora non ci segui: recupera e metti mi piace.

Le tradizioni di San Valentino nel mondo

Ogni Paese ha il suo modo (e il suo giorno) per festeggiare San Valentino.

In Giappone, secondo il “giri-choco”, le donne devono regalare cioccolatini ai propri colleghi. L’usanza però a rischio: è notizia di pochi giorni fa che si sta iniziando a percepirla sempre più come una forzatura di cui le giapponesi vorrebbero sbarazzarsi, per essere libere di fare il loro dono a chi realmente amano.(3)

“O dias do namorados” in Brasile cade il 12 giugno, un giorno prima di Sant’Antonio, il protettore dei matrimoni. La sua statua è protagonista di diverse tradizioni, tra chi la porta con sé sperando che funzioni da calamita per nuovi partner e chi l’appende a testa in giù minacciandola di non rimetterla a posto fino a che non si incontrerà la persona con cui convolare a nozze.

A proposito di matrimoni, a Koh Kradan si usa celebrarli in apnea. Tutto è iniziato il 14 febbraio 1997, quando quest’isola thailandese è entrata nel Guinness dei Primati per aver fatto sposare 30 coppie sott’acqua, e da allora ogni anno si continua la tradizione. Se ci stai facendo un pensierino, ricorda che è necessario avere il brevetto da sub.

In un'isola thailandese a San Valentino ci si sposa sott'acqua

Fonte immagine

Andando un po’ più a nord, scopriamo che in Finlandia il 14 febbraio è ystävänpäivä, il Giorno dell’Amico. Fiori, cioccolatini e biglietti vengono quindi regalati a chi si vuole bene, parenti e colleghi compresi. Anche negli Stati Uniti questa giornata viene sfruttata per onorare i legami effettivi in generale e spesso tutta la famiglia è coinvolta, bimbi in prima linea.

Come nasce la leggenda di San Valentino

Ti sei mai chiesto perché il 14 febbraio si usa festeggiare San Valentino?

Ci sono diverse versioni riguardo questa ricorrenza, ma sembra che l’origine abbia poco a che fare con il romanticismo.

Nell’Antica Roma, infatti, la metà di febbraio coincideva con il risveglio della natura e dei sensi. Per omaggiare il dio pagano Luperculus si mettevano in un’urna i nomi degli uomini e delle donne, quindi un bambino estraeva i biglietti e così si formavano le coppie che per un anno avrebbero dovuto vivere insieme.

Qualche tempo dopo, più precisamente il 14 febbraio 273, moriva San Valentino da Terni, che aveva aiutato la cristiana Serapia a sposarsi con il centurione romano Sabino vincendo l’iniziale opposizione dei genitori di lei. Da allora il martire viene indicato come il “protettore degli innamorati”.

Fonti:

1) “Kiss & ride, il viaggio immaginario di Nicola Casamassima è fatto di baci. La mostra a Bologna” – La Repubblica

2) Hemsley Conservation Centre

3) “Giappone, le donne si ribellano ai cioccolatini obbligatori per San Valentino” – Corriere della Sera