Le tariffe luce nel mercato libero sono, solitamente, monorarie, biorarie e a fasce. La tariffa monoraria si caratterizza da un costo al consumo fisso in qualsiasi momento della giornata. Al contrario, la tariffa biorarie e a fasce ha un costo che dipende dall’orario di utilizzo dell’energia. Solitamente si divide il consumo tra le fasce F1, F2 e F3. La differenza tra queste due offerte è che la bioraria accorpa due fasce. Spesso questo accorpamento avviene in questo modo:

F1: dalle 8 alle 19

F23: dalle 19 alle 8 di mattina del giorno dopo e tutto il giorno per quanta riguarda i festivi e i weekend.

La differenza tra monoraria, bioraria e fasce è quindi molto chiara: la tariffa monoraria ha un costo che non cambia mai, mentre la tariffa bioraria e a fasce varia in base a quando si utilizza un elettrodomestico. In questo articolo approfondiremo la tariffa monoraria e bioraria. Abbiamo comunque approfondito il tema delle fasce orarie di consumo dell’energia.

Tariffa monoraria: come funziona e cosa sapere

Come spiegato in precedenza, la tariffa monoraria ha un costo che non varia mai. In qualsiasi giorno della settimana, o festivo, il costo kWh rimane lo stesso. Un’offerta di questo tipo conviene quando si utilizzano elettrodomestici in tutto l’arco della giornata.

Tariffa bioraria: come funziona e quali sono le fasce

La tariffa bioraria ha un costo che varia in base alla fascia in cui si utilizza un elettrodomestico. Solitamente, nelle tariffe biorarie, le fasce orarie di consumo dell’energia sono divise nel modo seguente:

F1: dalle 8 alle 19

F23: dalle 19 alle 8 di mattina del giorno dopo e tutto il giorno per quanta riguarda i festivi e i fine settimana.

È un’offerta che conviene se si utilizza gli elettrodomestici durante la serata o nei giorni festivi.

Monoraria o bioraria: quale conviene?

Alla luce di tutto ciò, tra tariffa monoraria o bioraria quale conviene? La risposta dipende dalle abitudini. Se per motivi di lavoro, o qualsiasi altro impegno, utilizzi gli elettrodomestici di sera, allora ti conviene sottoscrivere un’offerta bioraria, in modo da risparmiare rispetto a una monoraria. Al contrario, sottoscrivere un’offerta monoraria conviene se utilizzi energia in tutto l’arco della giornata, senza distinzione d’orario.