Marmellata di arance bio e limoni con la buccia

Una marmellata deliziosa in cui si utilizzano gli agrumi nella loro interezza, bucce comprese, senza sprechi: è la ricetta di questo mese di Accendi l’Appetito, una meraviglia da preparare e soprattutto da pappare.

Elena Levati, foodblogger di ConUnPocoDiZucchero, la consiglia spalmata su una fetta calda di pane casereccio per la colazione, ma anche accompagnata da un tagliere di formaggi per l’aperitivo.

E ora che abbiamo l’acquolina in bocca, possiamo procedere con la preparazione.

Ricetta della ma rmellata biologica di agrumi misti fatta in casa

Ingredienti per marmellata di arance bio e limoni con la buccia Livello: facile

Tempo di preparazione: 30 minuti + riposo di una notte

Tempo di cottura: 50-60 minuti

Dosi: 4 vasetti

Ingredienti:

  • 1 kg di arance biologiche (tarocco, moro o sanguinelle)
  • 250 g di clementine
  • 1 limone
  • 650 g di zucchero di canna
  • 250 ml di acqua

Procedimento:

  1. Il giorno prima di quando la vorresti pronta, lava accuratamente le arance, le clementine e il limone ed elimina da ognuno solo la parte più esterna della calotta superiore e inferiore. In questo modo avremo due vantaggi: otterremo una marmellata non eccessivamente amara (le calotte non hanno polpa, ma solo scorza e parte bianca) e avremo anche degli agrumi che staranno “in piedi” sul tagliere facilitando il taglio e permettendoci di avere fettine precise e uguali.
  2. Taglia ora gli agrumi in quarti e riduci ogni quarto a fettine sottili.
  3. Versa tutto in una pentola (le fettine, ma anche il succo rimasto sul tagliere) e aggiungi l’acqua che dovrebbe arrivare quasi al livello della frutta.
  4. Copri con il coperchio e metti in frigorifero.
  5. Il giorno successivo riprendi la pentola e aggiungi lo zucchero.
  6. Mescola e porta sul fuoco: a fiamma alta fai raggiungere il bollore, poi abbassa al minimo e continua la cottura per circa 45-50 minuti.
  7. Nel frattempo prepara i vasetti: lavali, asciugali e passali nel forno a microonde alla massima potenza per 5 minuti.
  8. Mettili capovolti su un panno pulito. Fai bollire le capsule per 5 minuti in acqua bollente per sterilizzarle, quindi falle asciugare sullo stesso panno.
  9. Riprendi la marmellata e fai attenzione a passarla pochissimo col frullatore a immersione, dando appena due tocchi leggeri: in questo modo solo alcune delle scorze si frulleranno, creando una consistenza davvero meravigliosa, quasi caramellata.
  10. Riporta sul fuoco e termina la cottura per altri 10 minuti.
  11. Ora è importantissimo fare “la prova del piattino” per verificare che la marmellata abbia la consistenza desiderata: con un cucchiaio preleva la parte più liquida della marmellata e versala su un piattino da caffè.
  12. Metti il piattino in freezer per 2 minuti, quindi inclinalo e valuta quanto tempo ci mette la goccia per scendere: se scende subito, come fosse acqua, significa che la marmellata va cotta ancora per 5-10 minuti, se invece scende lentamente è perfetta e pronta per essere invasata.
  13. Versa la marmellata bollente nei vasetti e chiudili subito con le capsule.
  14. Ribaltali e lasciali a testa in giù per 30 minuti.
  15. Procedi con la doppia sterilizzazione mettendo i vasetti in una capiente pentola e coprendoli completamente di acqua: porta sul fuoco, aspetta che raggiunga il bollore e fai sobbollire per 20 minuti. Spegni la fiamma e lascia raffreddare i vasetti nell’acqua.
  16. Scolali, etichettali e riponili in dispensa!