Ogni contatore della luce ha una potenza kW che se superata comporta lo stacco dell’elettricità. Solitamente un contatore domestico ha 3 kW di potenza, ma può essere richiesto di aumentarla (e anche diminuirla). Per farlo è necessario contattare il tuo fornitore di luce e gas, facendo una richiesta formale. Sarà poi quest’ultimo a richiedere l’operazione al distributore locale. La procedura richiede delle informazioni:

  • Nome intestatario fornitura
  • Il Codice Pod, la sequenza alfa numerica che identifica un contatore della luce
  • Il Codice cliente

Ovviamente dovrà essere comunicata anche la potenza richiesta. Tale operazione comporta un cambio delle condizioni economiche e anche del contatore.

Quando e perché richiedere il cambio di potenza del contatore

Come detto in precedenza, se la potenza del contatore non supporta il quantitativo di luce utilizzata in un determinato momento, salta la corrente. Se questa situazione dovesse accadere diverse volte, potrebbe essere molto fastidioso. A volte una miglior distribuzione dell’utilizzo degli elettrodomestici può essere la soluzione, ma se anche questo non è sufficiente allora diventa necessario aumentare la potenza. Un’altra motivazione può essere la categoria energetica degli elettrodomestici in possesso. Se tale categoria è di basso livello, allora il consumo aumenta di molto. Diventa quindi ancora più complesso usare simultaneamente elettrodomestici, “obbligando” un aumento della potenza.

Come richiedere l’aumento di potenza del contatore

L’aumento di potenza del contatore è un’operazione che deve essere richiesta al proprio fornitore. Sarà poi lui a notificare il tutto al distributore. Tale richiesta dovrà essere effettuata entro due giorni lavorativi, in caso contrario è possibile richiedere un indennizzo di compensazione.

Tempistiche e costi del cambio di potenza del contatore elettrico

Se non è necessario cambiare contatore, il distributore ha cinque giorni lavorativi di tempo per provvedere al cambio. In caso contrario, e quindi sia necessario effettuare la sostituzione, la tempistica si allunga fino a 20 giorni lavorativi. Il costo in Alleanza luce e gas dipende da qual è la potenza del contatore di partenza e quanto si voglia aumentare. Di seguito alcuni esempi:

 

Potenza d’origine Potenza richiesta Costo totale
1,5 kWh 2 kWh 61,01 €
3 kWh 4 kWh 92, 02€
3 kWh 4,5 kWh 123,03 €

Hai bisogno di un cambio di potenza?

Chiamaci al numero verde:

Leggi anche: Come calcolare il consumo elettrico in casa