m illumino di meno immagini

Che cos’è M’Illumino di Meno: la storia di questa iniziativa.

Venerdì 11 marzo si celebra la 18esima Edizione di M’Illumino di Meno, la Giornata del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili indetta dalla trasmissione radiofonica Caterpillar e Rai Radio2 con Rai per il Sociale.

Ogni anno gli organizzatori invitano persone, istituzioni e aziende a compiere un piccolo gesto per l’ambiente che può rivelarsi di grande impatto, se tutti insieme decidiamo di compierlo.

Il gesto simbolo della ricorrenza, come ci fa intuire il nome, è di spegnere la luce per una sera. A questo si accompagnano altre iniziative legate alla tematica ambientale specifica che cambia ogni anno.

Il Decalogo di M’Illumino di Meno per uno stile di vita sostenibile

Tutto è nato nel 2005, quando Caterpillar ha stilato un decalogo sul risparmio energetico composto da regole che fossero facilmente applicabili nel quotidiano da tutte e tutti. Come:

  1. Spegnere le luci quando non servono.
  2. Spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
  3. Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
  4. Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
  5. Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
  6. Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
  7. Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
  8. Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
  9. Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
  10. Utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

Le iniziative per il 2022

L’invito che ci viene fatto in occasione della 18esima edizione, quella “della maturità”, è di usare di più la bici (riducendo l’inquinamento), aumentare il numero di piante (per “dare ossigeno” alla nostra aria) e in generale migliorare il nostro stile di vita per renderlo più sostenibile (con l’efficientamento energetico, il riuso e il riciclo…).

Ognuno di noi può partecipare alla creazione del primo bosco diffuso di M’Illumino di Meno e adottare uno o più alberi del progetto “Un albero per il futuro”.

“Pedalare, rinverdire, migliorare” è il motto di quest’anno.

Testimonial d’eccezione sono il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso e l’ultraciclista Paola Gianotti, che a febbraio è partita pedalando da Stoccolma, dalla piazza di Greta Thunberg, e sta attraversando l’Europa lasciando dietro di sé alcune piante.