immagine della giornata mondiale della terra

Il 22 aprile è una data importante per noi – e con “noi” non intendiamo solo chi fa parte della famiglia di Accendi. Si tratta infatti della Giornata della Terra. “Perché ce n’è bisogno?” si chiede qualcuno. E noi – sì, stavolta ci riferiamo ad Accendi – siamo qui per fare chiarezza.

Earth Day: cos’è e quando si celebra?

La Giornata della Terra (o, dato che si tratta di una ricorrenza mondiale, Earth Day) è una delle più famose manifestazioni per l’ambiente e la salvaguardia del pianeta. Cade un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera, quindi il 22 aprile.

Perché si celebra il giorno della terra? La storia.

Sebbene la “data di nascita” ufficiale dell’Earth Day risalga al 22 aprile 1970, l’idea di una celebrazione di questo tipo è germogliata nel corso degli anni ’60. In questo periodo infatti:

  • è nato il movimento ecologista, che vede nel libro di Rachel Carson, “Primavera silenziosa” (1962), il suo manifesto;
  • sempre nel 1962, il senatore statunitense Gaylord Nelson decise di organizzare un evento dedicato alle questioni ambientali;
  • l’attivista per la pace John McConnell, durante una conferenza dell’UNESCO tenutasi nel 1969 a San Francisco, propose una giornata dedicata alla Terra;
  • nello stesso anno, una fuoriuscita di petrolio da un pozzo della Union Oil sulle spiagge e le acque di Santa Barbara causò uno dei più gravi disastri ambientali, di cui rimasero vittima circa 3.500 animali (uccelli e leoni marini, foche e delfini). Fu il clamore di quella notizia a scuotere l’opinione pubblica e a innescare una serie di incontri sulla sostenibilità organizzati proprio dal sopramenzionato senatore Gaylord Nelson.

Tutte le persone, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto a un ambiente sano, equilibrato e sostenibile.

Gaylord Nelson

Le principali iniziative legate all’Earth Day

La storia della Giornata Mondiale della Terra parte con una mobilitazione a cui presero parte milioni di americani lo stesso 22 aprile 1970. I vari gruppi che fino ad allora avevano portato avanti le loro battaglie singolarmente (inquinamento, esaurimento delle risorse non rinnovabili, conservazione della biodiversità…) si unirono perché diventò chiaro che tutto era collegato e a loro si unirono anche universitari e universitarie che protestarono contro il degrado ambientale.

Nel corso del tempo, tanti sono stati gli eventi memorabili organizzati in occasione dell’Earth Day, tra cui:

  • una scalata sull’Everest in occasione del ventesimo anno dalla fondazione: un team di alpinisti di vari Paesi riuscì a salire, stabilire un collegamento mondiale via satellite e scendere portando con sé tonnellate di rifiuti lasciati sul monte da chi aveva effettuato le missioni precedenti.
  • In Italia, fino al 2019, si sono organizzati i Concerti per la Terra, che hanno visto come protagonisti i principali cantanti del panorama musicale, nazionale e non solo: Patty Smith, Carmen Consoli, Ben Harper, i Subsonica…
  • La pandemia del 2020 non ha fermato la celebrazione della Giornata Mondiale della Terra, che in occasione del 50° anniversario ha avuto un’edizione online. Tra i famosi sostenitori che hanno invitato le persone a partecipare, c’era Leonardo Di Caprio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Leonardo DiCaprio (@leonardodicaprio)

Se volete scoprire quali sono gli eventi di quest’anno, consultate il sito di Earth Day Italia.

 

Leggi anche il nostro approfondimento sulla Giornata Mondiale dell’Acqua.