Un impianto a pannelli solari: l’installazione del fotovoltaico consente di risparmiare

Fonte immagine

Come mostrano i dati contenuti nel rapporto statistico 2018 del GSE, Gestore dei Servizi Energetici, il fotovoltaico in Italia continua a crescere, superando gli 800.000 impianti installati.

Ma come funziona un impianto?

Cos’è un impianto fotovoltaico.

L’etimologia della parola ci dà qualche indizio: “foto” significa luce, “voltaico” fa riferimento ad Alessandro Volta, l’inventore della pila elettrica che campeggiava sulle banconote di 10 mila lire. Ricordi?

“Voltaico” fa riferimento ad Alessandro Volta, l’inventore della pila elettrica.

Fonte immagine

L’impianto fotovoltaico produce energia solare pulita, rinnovabile e che permette di ridurre le emissioni inquinanti.

Ora entriamo nello specifico.

Il funzionamento dei pannelli fotovoltaici.

Il sistema si compone di due elementi: i moduli fotovoltaici e l’inverter.

I moduli sono formati da celle costituite da lastre di silicio, materiale semiconduttore.

Quando un fotone, la particella di luce, colpisce la superficie di una cella, la sua energia viene trasferita agli elettroni qui presenti, che una volta “caricati” fluiscono nel circuito e producono corrente elettrica.

A questo punto entra in azione l’inverter, un dispositivo elettronico che converte la corrente continua generata dai pannelli in corrente alternata.

Maggiori saranno le celle, maggiore sarà la potenza espressa in “watt di picco”, cioè la quantità di energia prodotta in unità di tempo.

I pannelli fotovoltaici vengono installati sulle superfici esterne di edifici o di terreni rivolti verso sud, mantenendo un’inclinazione compresa tra i 10° e i 35°. Impiegano circa 10 ore per riscaldare l’acqua del serbatoio, anche se il periodo di tempo è variabile in base all’esposizione solare. Per ottenere un rendimento maggiore, quando si posizionano i pannelli bisogna prestare particolare attenzione alle aree di ombreggiatura, che potrebbero causare delle inefficienze.

E di notte? O quando piove? O se le nuvole coprono il sole? Nessun problema: l’acqua riscaldata viene mantenuta in serbatoi coibentati per garantire un’autonomia di molte ore.

I vantaggi del fotovoltaico: risparmiare con un impianto a pannelli solari.

I vantaggi del fotovoltaico

Fonte immagine

Installando un impianto fotovoltaico avrai numerosi vantaggi in termini di:

  • Impatto ambientale ed ecologia

Il pannello fotovoltaico sfrutta l’energia del sole trasformandola in energia elettrica senza generare nessun tipo di inquinamento. Riduce inoltre le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente, contrastando il rischio di surriscaldamento globale del pianeta. Per questo è uno dei migliori sistemi di produzione energetica green.

  • Risparmio economico

Producendo energia in modo autonomo potrai ridurne notevolmente l’acquisto e, di conseguenza, ridurre drasticamente i costi sulla bolletta. Inoltre, l’eventuale surplus prodotto di energia, che potrai reimmettere nella rete tradizionale, ha un valore economico.

  • Aumento del valore dell’immobile

Installare pannelli fotovoltaici viene considerato un sistema di miglioramento energetico della propria casa, per questo la classe di efficienza energetica e il valore della tua abitazione aumenteranno.

  • Investimento

L’impianto fotovoltaico può essere considerato un investimento perché il costo iniziale si ripaga autonomamente in pochi anni e l’energia prodotta successivamente sarà per te un guadagno effettivo.

  • Agevolazioni fiscali

Installare oggi un impianto fotovoltaico è conveniente perché, anche per il 2019, sono state confermate per le persone detrazioni fiscali del 50% sull’importo totale d’acquisto.

 

Fonti:

Come funziona un impianto fotovoltaico e come produce elettricità

Come funziona un impianto fotovoltaico? – tuttogreen.it

Impianto fotovoltaico: come funziona e quali sono i vantaggi – QuiFinanza.it

I benefici del Fotovoltaico – green.it

Energia dal sole